Cicatrici post acne
Gli esiti cicatriziali, in particolare secondari ad acne (detti anche cicatrici da acne), ma anche da varicella o da trauma, soprattutto quando localizzati al volto, rappresentano un problema non solo estetico ma anche psicologico per il paziente che ne è affetto. Le diverse opzioni di trattamento si basano sul tipo di cicatrice che ci troviamo di fronte. Nella maggior parte dei casi le cicatrici post acneiche sono depresse (atrofiche) e la loro profondità varia in base alla profondità e alla gravità del processo infiammatorio che le ha generate, quindi possono essere superficiali (simili a macchie con fondo leggermente arrossato o pigmentato), profonde e con bordi a picco (fino a 1-2 mm di profondità) o crateriformi ,che se numerose possono essere deturpanti. Un particolare tipo di cicatrice è quella cheloidea o ipertrofica in cui la cicatrice assume un aspetto roseo e rilevato. Oltre all’utilizzo di peeling chimici una delle tecniche più nuove ed efficaci per l’attenuazione delle cicatrici è l’utilizzo del laser frazionato. Vi ricordiamo che di recente il nostro Centro Medico si è dotato dell'ultima innovazione Palomar: lo Starlux ICON eccellenza mondiale nel campo delle tecnologie.
Condividi nei social network  

Indicaci il tuo apprezzamento nei social network  
News
Offerte
Smes Centro di chirurgia plastica e medicina estetica Bruno Bovani
Tel. +39 0549904646 Fax. +39 0549954432 email:info@smes.sm